Uva e Vino

L’Emilia Romagna rappresenta una delle più grandi regioni vitivinicole in termini di estensione, con circa 60.000 ettari di viti. Durante il percorso si incontreranno distese di vitigni, dove produttori della zona si occupano sia della produzione del vino che della vendita diretta del prodotto.

Nelle zone collinari in provincia di Bologna, tra i bianchi va menzionato innanzitutto il Pignoletto, considerato “Re dei Colli Bolognesi”, essendo appunto il vino più tipico del territorio che, dal 2015, è diventato DOCG Colli bolognesi. Il Pignoletto è il nome del vitigno autoctono da cui si ottiene il vino. Ha un colore giallo paglierino con leggeri riflessi verdognoli. Un vino dal sapore delicato, fruttato, secco, leggermente aromatico che evolve verso la frutta matura. Viene prodotto fermo, frizzante o spumante. La produzione dell’uva, la vinificazione e l’imbottigliamento avvengono nella zona tipica del comprensorio in bottiglie del tipo “bordolese a spalla alta” con tappo in sughero e l’etichetta con l’indicazione dell’annata di produzione. La tipologia frizzante è considerata ottima per gli aperitivi in quanto fruttato, delicato e leggero. La tipologia ferma, sia Superiore che Classica, è invece da pasto.
Gli altri
vini bianchi sono lo Chardonnay, il Sauvignon, il Pinot bianco e il Riesling Italico che si possono trovare anche sotto la dicitura “Bianco Bologna”.
Tra i rossi troviamo
Barbera Doc, sia frizzante che fermo, il Cabernet-Sauvignon e il Merlot. Anch’essi con la denominazione “Rosso Bologna”.

Per quanto riguarda la zona di Modena e dintorni, il vino più tipico è il Lambrusco. Vino che deriva dal vitigno “labrusca”. Lo ritroviamo spesso in testi storici del I secolo, le testimonianze del tardo 1600 sono di documenti in cui si parla di “uve nere forti”, provenienti da varie zone del modenese, tra cui Sorbara. I principali vitigni del Lambrusco sono: il Grasparossa, il Salamino ed il Sorbara. In Italia esistono diverse DOC e IGT specifiche per il lambrusco. È un vino frizzante e secco, dal colore rosso intenso con riflessi violacei e dal profumo fruttato, che ricorda i frutti di bosco. La gradazione alcolica complessiva minima naturale è di gradi 11%.